martedì 22 dicembre 2015

Chiavetta Aruba e El Capitan (Mac Os X 10.11): se non riconosce più il certificato e/o non firma.


Sebbene Aruba abbia rilasciato, da un po' di tempo, il software aggiornato anche per El Capitan (Os X 10.11.X), alcuni utenti del suddetto sistema operativo della Apple lamentano, tutt'ora, problemi con il software di firma (impossibile firmare poichè il certificato non viene più "visto" e/o riconosciuto). 
Sicuramente il problema deriva dall'introduzione della nuova funzionalità "SIP" introdotta proprio con El Capitan. Il "SIP" (System Integrity Protection) effettua un controllo del sistema costante e non permette modifiche ai files con privilegi root...e a quanto pare il certificato di Aruba sembra modificare qualche file ritenuto "essenziale", ecco perchè il "SIP" blocca tutto. Sebbene i tecnici di Aruba neghino la vicenda, purtroppo capita a molti utenti. Ecco quindi la soluzione, cioè disabilitare il "SIP":   
1) Levare la chiavetta Aruba (se è montata). Riavviare il Mac.
2) Al riavvio, PRIMA CHE APPAIA IL SIMBOLO DELLA MELA, premere e TENERE PREMUTI i tasti cmd+R (per entrare nel Recovery Mode): tenere entrambi i tasti premuti fino a quando non apparirà il simbolo della Apple e la barra di avanzamento. A quel punto rilasciare i tasti e attendere qualche minuto.
3) Si entrerà nella schermata “Recovery Mode”, con pochissime icone e funzioni: andare nel menù Utilities e scegliere “Terminale”.
4) Dalla finestra che si apre, digitare esattamente ciò: “csrutil disable” SENZA LE VIRGOLETTE.
5) Apparirà la scritta: “Succesfully disabled System Integrated Protection. Please restart the machine”.
6) Dal menù mela in alto a sinistra, riavviare.
A questo punto il Mac si riavvierà normalmente e il SIP sarà disabilitato. A questo punto:
1) Inserire la chiavetta Aruba.
2) Entrare nell’App “ArubaKey” e re-installare il certificato (che era stato precedentemente “bloccato”): Clikkare su “Utilities” => “Import Certificato”. Dirà che è ha installato il certificato.
3) Riavviare nuovamente il Mac.

Nessun commento:

Posta un commento